titlesite.gif (1095 byte)


La penna del diplomatico

Home - Books on Italian diplomats

  Author Domenico Vecchioni
  Title Spie - Storia degli 007 dall'antichita' all'era moderna
  Year 2007
  Publisher Editoriale Olimpia
  Place Sesto Fiorentino
  Pages 120
    http://www.edolimpia.it

 

 

 

  Deterrenza, antisovversione, doppio gioco e agenti doppi, infiltrazione, intrigo. Parole che sembrano recenti, ma che nascondono invece concetti antichissimi, che risalgono fino agli Egizi e ai Persiani. Perché da sempre il Potere, non importa se politico o economico, ha l’esigenza di sondare gli umori, di parare i possibili colpi inferti dal nemico, di agire a sua volta prima che altri possano metterne in pericolo la possibilità di riprodursi e sopravvivere, anche fiaccandone il consenso popolare o la forza militare. E dunque l’esigenza, per questo, di uomini fidati o sfuggenti, di reti di orecchie e bocche, di trame da tessere o da spezzare. I frumentari romani e gli Agentes in rebus, gli scaldi vichinghi, il ricondizionamento delle spie teorizzato da Persiani e Cinesi, i Ninja giapponesi, il controllo della corte attraverso l’harem dei Califfi islamici. Su su fino ai più strutturati e sofisticati servizi delle nascenti potenze europee. Il Consiglio dei Dieci veneziano, le reti spionistiche nell’Inghilterra del Cinquecento, la prima divisione tra intelligence con funzioni distinte interne ed esterne, la nascita della polizia politica, il sorgere delle grandi personalità spionistiche alla Marlowe, i casi più torbidi. Dividere gli alleati dei nemici, spargere false voci e informazioni sbagliate, corrompere i funzionari nemici, suscitare rivalità interne. Per vincere ogni tipo di guerra senza combattere, per combattere sapendo già di poter vincere (dalla scheda dell'editore).
last update 04 September, 2007  

Baldi's Publications - Books for diplomats - Baldi's homepage

© Stefano Baldi

When you use data and information from this site, you are kindly requested to mention the source