titlesite.gif (1095 byte)


La penna del diplomatico

Home - Books on Italian diplomats

  Author Colombo Sacco di Albiano Ugo
  Title Oltre 150 anni di amicizia italo-belga attraverso luoghi e protagonisti della diplomazia bilaterale
  Year 2014
  Publisher Stabilimenti Tipografici Carlo Colombo
  Place Roma
  Pages 450
     
 

L’opera è un’espressione della raffinata cultura italiana nel segmento dei volumi d’arte. L’autore ci accompagna in un itinerario (illustratissimo) che rievoca vicende, personaggi, atmosfere e funzioni dei Palazzi che hanno fatto da cornice scenografica e culturale ai messaggi scaturiti dai rapporti diplomatici belgo-italiani. Il viaggio è integrato dalla previa narrazione degli antefatti risorgimentali corredata da immagini d’epoca. La componente documentale storica è centrale all’opera ed è associata a sontuosi servizi di grandi firme della fotografia, sia italiane che belghe, dedicati a luoghi solenni e di rappresentanza quali: il Palazzo Reale di Bruxelles; il Castello di Val Duchesse; il Ministero degli Esteri belga; il Palazzo Caraman-Chimay, sede dell’Ambasciata d’Italia a Bruxelles; il Palazzo Reale di Torino; il Palazzo del Quirinale; la Villa Doria Pamphilij, precedente sede dell’Ambasciata del Belgio in Italia; il Palazzo della Farnesina; le Ambasciate belghe al Quirinale ed alla Santa Sede; l’ “Academia Belgica”. La narrazione è vivacizzata da scoop come: la ricostruzione dell’azione dell’ Ambasciatore d’Italia che sventò il tentativo di colpo di Stato olandese contro il primo Re dei Belgi; la pubblicazione dell’archivio fotografico (sinora inedito) del marchese Durazzo sul fidanzamento in Ambasciata tra Umberto di Piemonte e Maria José del Belgio. Sono circa una sessantina le Istituzioni pubbliche e private, espressione “alta” sia dell’Italia che del Belgio, coinvolte nella realizzazione del volume. Dopo la premessa quirinalizia del Prof. Louis Godart, il volume è impreziosito da indirizzi di saluto dell’Ambasciatore d’Italia in Belgio, Alfredo Bastianelli e dell’Ambasciatore del Belgio in Italia, Vincent Mertens de Wilmars. L’opera ospita anche un “amarcord” diplomatico italiano a firma degli Ambasciatori Francesco Corrias e Gaetano Cortese , già Capi Missione in Belgio, nonché il racconto dell’emblematica parabola umana e professionale, da Gallinaro (Frosinone) a Liegi, di un immigrato di successo: Gerardo Apruzzese. Vi fanno da controcanto forbite ed eleganti testimonianze belghe redatte da: l’Ambasciatore Patrick Nothomb già Ambasciatore a Roma ed attuale Consigliere Diplomatico del Governatore del Lussemburgo belga; il già Ambasciatore del Belgio in Italia, Jean De Ruyt; il penultimo Direttore dell’ “Academia Belgica”, Walter Geerts. Attraverso il volume la conservazione della memoria, con cenni storici ai grandi “campioni” imprenditoriali italo-belgi, sembra evolversi in una ideale rampa di lancio verso le nuove sfide che attendono la diplomazia bilaterale. Infatti la eloquenza delle immagini e delle reminiscenze culturali ben si amalgamano con la maturazione delle diplomazie italiana e belga sullo sfondo dell’attuale progetto europeo (dalla scheda dell'editore).

last update 15 April, 2014  

Baldi's Publications - Books for diplomats - Baldi's homepage

Stefano Baldi

When you use data and information from this site, you are kindly requested to mention the source