titlesite.gif (1095 byte)


 

La penna del diplomatico

Home - Books on Italian diplomats

 

  Author Pacifico Claudio
  Title Bengala
  Year 2000
  Publisher Edimond
  Place Città di Castello
  Pages 160
 

http://www.edimond.rewebit.com/prodotto.php?libro_id=9&cat_id=12

 

 

Una serie di immagini può da sola raccontare la storia di un popolo. I volti scavati con i turbanti avvolti attorno alla testa, le barbe incolte degli anziani che ispirano saggezza, gli sguardi profondi impressi sulla pellicola fotografica possono raccontare la storia, le tradizioni, i miti, le leggende, la religione di una popolazione: quella del Bengala. Una comunità organizzata sulla base di un modello religioso-rituale in cui gli uomini tendono a distanziarsi in funzione dei concetti di purezza, contaminazione, intoccabilità. Il ricco patrimonio culturale comprende il culto delle immagini, considerate una diretta manifestazione del divino che facilita l'adorazione e la devozione, e feste solenni, come il Festival Hindù a Kantinagar, che richiamano periodicamente immense folle e la pratica di pellegrinaggi ai luoghi sacri. Testo inglese a fronte (scheda bibliografica  della casa editrice).

 

 

 

Dai ricordi di un avventuroso viaggio della giovinezza, lontano nel tempo, riemerge un mondo scomparso: Timbuctù la misteriosa Regina delle Sabbie, leggenda dei perduti Regni Sahariani e degli Imperi Neri, mito della grande esplorazione ottocentesca. La storia delle carovane sahariane, dei viaggiatori arabi del Medio-Evo w dei mercanti italiani delle Repubbliche marinare. L'epopea romantica dei grandi esploratori. I Tuareg con il mistero delle loro origini e le storie di Erodoto, Platone ed Atlantide; con i loro codici di onore e cavalleria, di razzia e poesia. Signori del deserto, in guerra contro tutti gli invasori, a cominciare dalle Legioni di Roma. E, mano a mano che si sviluppa il racconto, l'autore si abbandona anche ad una rivisitazione delle più grandeopere di tutti i tempi, romanzi, saggi, diari e giornali di viaggio scritti sul deserto. Di essi ricorda i brani più suggestivi e ci offre anche una carrellata antologica che finisce per trasformare il libro in un policromo racconto a più voci e in un vero e proprio "Breviario del Deserto". Un Breviario da tenere sul comodino o a portata di mano nei nostri viaggi sahariani e, su cui ritornare e riflettere per cercare di capire e scoprire sempre più a fondo, nelle sue profondità e poliedriche valenze, quel misterioso e inesplorato universo che ancora oggi rimane il Sahara, immutabile e sconfinato topos della fuga e dell'alienazione, dell'avventura e del sogno, della vita e della morte. (Dalla quarta di copertina).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

last update 26 March, 2009

 


 

Baldi's Publications - Books for diplomats - Baldi's homepage

© Stefano Baldi

When you use data and information from this site, you are kindly requested to mention the source