Da L’Indice del libri del mese n. 2/1999

STEFANO BALDI, RAIMONDO CAGIANO DE AZEVEDO, La popolazione italiana. verso il 2000, pp. 168, Lit 18.000, il Mulino, Bologna 1999

Le trasformazioni demografiche in atto sono sempre più oggetto di un dibattito vivace, ma troppo spesso dominato da luoghi comuni e disinformazione. È questo invece un volume utile per chi intende disporre di un quadro della situazione demografica italiana completo, aggiornato e rigoroso. Opera a carattere divulgativo, in essa vengono riportate numerose informazioni sui principali comportamenti demografici e sono evidenziate le problematiche legate alle migrazioni, all'invecchiamento della popolazione e ai bassi livelli di fecondità italiani. Gli autori giungono a delineare gli attuali processi demografici attraverso un'interessante analisi degli ultimi cinquant'anni. A ogni decennio è dedicato un capitolo, nel quale si tracciano le dinamiche demografiche più rilevanti e caratterizzanti il periodo, mettendo in rilievo i tratti di continuità con il passato e i segnali di cambiamento. Un paragrafo richiama gli eventi sociali, politici ed economici del decennio, fornendo alcuni elementi di interpretazione delle dinamiche demografiche presentate. L'analisi si svolge avendo cura di fornire elementi di comparazione con gli altri paesi dell'Unione europea ed evidenziando le differenze territoriali interne all'Italia. Questo rapido excursus storico ha il pregio di inquadrare le problematiche demografiche attuali in processi di più lungo periodo, facendo risaltare quanto i comportamenti. demografici degli italiani si siano modificati velocemente, così come rapidamente la società italiana è passata da agricola a industriale a terziaria, divenendo una delle più ricche della terra. L'analisi include un accenna alle prospettive future della popolazione, contraddistinte da un rilevante invecchiamento. Gli autori spiegano come questo tipo di processo non possa trovare una soluzione sostanziale nei movimenti migratori, che invece hanno un impatto sul mercato del lavoro. II nuovo millennio porta con sé sfide decisive in cui la demografia è protagonista, e gli autori elencano una serie di possibili interventi coerenti con la salvaguardia delle caratteristiche proprie del modello sociale europeo di cui anche l'Italia è laboratorio.

MARIA CRISTINA MIGLIORE

back